Loretta Chase – I Carsington

Tra letture di gruppo romance, caccia ai protagonisti e citazioni nei gruppi anobiani in cui mi sono scoperta agguerrita e perché no -brava- ho scoperto questa saga della Chase. Come ho scritto precedentemente, Loretta Chase è un’autrice che non riesco a capire se mi piaccia o no, ma davanti a una famiglia composta da cinque fascinosi rampolli ho dovuto cedere.

La saga è composta da cinque libri

1) Miss Wonderful

2) Mr Impossible

3) Lord Perfect

4) Non proprio una Lady

5) In Scozia con te

I primi quattro riguardano i figli di Lord Hargate: Alistar, Rupert, Benedict e Darius, l’ultimo ha per protagonista Peregrine, nipote di Benedict. Insomma testosterone a palla per cinque romanzi.

Un po’ come accade con la saga dei Bedwyn della Balogh, il capofamiglia è l’ago della bilancia in tutti i romanzi. Lord Hargate è un personaggio singolare, un conte potentissimo, astuto e intransigente come pochi. Tuttavia si dissocia dallo stereotipo padre prepotente che di solito troviamo nei romance. Lord Hargate ama i suoi figli e alla base c’è la presunzione di sapere che cosa sia meglio per loro. Nel primo romanzo, nel prologo si legge che invece di cinque maschi avrebbe preferito cinque ragazze, una dichiarazione che a quei tempi doveva fare accapponare la pelle, se si pensa a stagioni su stagioni per ammogliarle bene e fiumi di seta e conti da saldare.

La lettura di questa saga mi ha dato conferma che Il Lord della seduzione, il romanzo definito dalla critica “Il romance perfetto” non poteva essere un caso. Bisogna imparare a leggere dentro i meandri dell’ironia e delle battute sottili per comprendere e gustare al meglio questa autrice.

Miss Wonderful

phpThumb_generated_thumbnailjpg

 Da quando è tornato da Waterloo, con gravi ferite nel corpo e nello spirito, Alistar Carsington conduce un’esistenza di eccessi. Finché, per mantenere il suo costoso tenore di vita, si mette in società con un amico per la costruzione di canali nella campagna del Derbyshire. Ma la seducente Mirabel, figlia del più grande proprietario terriero della zona, è decisa a impedirglielo con qualunque mezzo. Nonostante l’amore che intanto è sbocciato fra loro…

Vi presento Alistar Carsington, terzo figlio di Lord Hargate. Si potrebbe definire un dandy se non fosse per la zoppia che fa di lui un eroe di guerra. Alistar è un reduce di Waterloo, è vivo per miracolo e purtroppo per lui non ricorda nulla degli eventi in cui è rimasto ferito. Lui nasconde l’amnesia sotto una maschera di eleganza all’ennesima potenza e spese folli. Alistar è anche il protettore delle cause perse e degli amori fugaci, impossibili e costosi (per il padre) finché quest’ultimo non si scoccia e gli impone un ultimatum, darsi da fare con un lavoro o trovarsi un’ereditiera. Preferisce provare a darsi da fare ed è per questo motivo che lascia la mondana Londra e si autopunisce nel triste Derbyshire.

Scopre presto che la più accanita ostruzionista al progetto di costruzione di un canale è Mirabel, la figlia ostinata e indipendente di un signorotto locale, che si dedica ossessivamente alla botanica.

Mirabel sconvolge Alistar con il suo fascino scomposto e pratico. Lo inorridisce indossando abiti che la mortificano, lo confonde con la sua chioma rossa e ribelle.

Da due persone tanto diverse non può che nascere una passione sconvolgente.

Miss Wonderful ha la pretesa di essere qualcosa di più. Ci trascina all’interno degli sconvolgimenti ambientali che il progresso portò all’interno della rigogliosa campagna inglese. Alle lotte dei piccoli possidenti che videro smembrate le loro proprietà per la costruzione di canali e ferrovie, che dovettero respirare il carbone lì dove prima c’era il paradiso.

La Chase ci porta anche nella testa di reduce di Alistar. Che cosa ha provocato l’amnesia? Come si sente un uomo a cui è stato insegnato che non è dignitoso avere paura a giacere morente in mezzo ai corpi dilaniati dei compagni e a combattere una battaglia impari con un chirurgo che vuole amputargli una gamba?

Sembrerebbe un romanzo meraviglioso se non avesse un difetto: è estremamente lungo e il continuo tira e molla tra Mirabel e Alistar in alcuni tratti risulta noioso.

Mr Impossible

phpThumb_generated_thumbnailjpg (1)

 

Rupert Carsington, quarto figlio del conte di Hargate, è un irresistibile dongiovanni, sempre attratto dai peggiori guai. Dai quali riesce puntualmente a districarsi senza alcun coinvolgimento, soprattutto sentimentale. Questa volta, però, dal fondo di una galera al Cairo, è costretto ad accettare la proposta di Daphne Pembroke: lei lo farà uscire se lui la aiuterà a ritrovare il fratello rapito. Soli in una terra inospitale, la giovane vedova e lo sconsiderato gentiluomo troveranno il più dolce dei giardini…

Commento

Anche  Rupert Carsington riceve l’aut aut dall’intransigente genitore. Dovrà recarsi in Egitto in missione diplomatica e aiutare la delegazione britannica in qualsiasi mansione lo ritengano necessario.

Considerato l’aspetto dell’uomo, una sorta di armadio dai muscoli d’acciaio e la sua indole da frequentatore di ring, il nostro Rupert è destinato a scavare “pietre” (reperti archeologici) nel deserto. Arrivato in Egitto Rupert scopre invece che c’è qualcosa che lo diverte di più, combattere le ingiustizie e la corruzione dilagante, missione che gli permette di fare in Gran Tour in tutte le prigioni del Cairo.

E’ lì che lo trova Daphne.  La nostra misteriosa vedova nasconde un segreto imbarazzante. E’ una studiosa di geroglifici vicina a  svelare il mistero della stele di Rosetta. Ma immaginiamoci in pieno periodo Regency se mai una donna potesse permettersi il lusso di conoscere un’infinità di lingue antiche e di surclassare eminenti studiosi maschi? Pertanto per la “storia” lo studioso è il fratello, che improvvisamente scompare. Daphne chiede aiuto alle autorità britanniche, che colgono l’occasione di togliersi Carsington dai piedi affibbiandolo a lei.

Nasce così la trama di un romanzo divertente, dalle battute argute che ci porta alla scoperta delle esplorazioni archeologiche del 19° secolo.

Daphne scopre che dietro il muro di muscoli si nasconde un uomo intelligente, sensibile e soprattutto anticonformista che ammira la sua intelligenza sebbene il pensiero costante sia quello di denudarla. Nello stesso tempo scopre un profondo desiderio di avventura, un coraggio che non credeva di avere e una passione sensuale che il defunto e attempato marito aveva mortificato in ogni modo.

Il lieto fine è assicurato (come in ogni romance) soprattutto per Lord Hargate che si ritrova il più problematico figlio sposato con un’ereditiera.

Lord Perfect

zucchero

Alla ricerca della turbolenta figlia dodicenne, Bathsheba Wingate, appartenente a una famiglia disprezzata dai benpensanti, si trova a trascorrere alcuni giorni con lord Benedict Carsington, erede di un titolo antico e prestigioso. Sulle tracce della bambina, Bathsheba e Benedict vengono sorpresi da una travolgente attrazione. Fra tante, forse troppe avversità, riusciranno a coronare il loro sogno d’amore?

Commento

leroe-nei-romanzi-regency-le-top-ten-di-franc-L-EMKUOn

Inutile sottolineare che la copertina originale merita di più di quella italiana.

Benedict Carsington è il primogenito di Lord Hargate, quello perfetto. Benedict non è proprio perfetto, anzi da bambino era proprio un monello, ma si è dovuto adattare alle esigenze della famiglia, alle responsabilità che gli cadranno addosso al momento dell’assunzione del titolo di conte.

Benedict è vedovo ed è annoiato.

Anche Betsabea è vedova. Ha un neo che la rende una paria nella società. E’ una discendente dei terribili DeLucey, una famiglia aristocratica, che si è distinta per truffe, imbrogli, matrimoni di interesse e maestria in seduzione. Il marito di Betsabea è ritenuto dal bon ton l’ultima vittima dei DeLucey. Per amor suo è stato diseredato ed è morto in disgrazia.

Sia Betsabea sia Benedict hanno un problema: due adolescenti difficili, ribelli, astuti e combina guai. L’uno è il nipote di Benedict, Peregrine; l’altra è Olivia, la figlia di Betsabea.

Quando i due fuggono insieme in cerca di un tesoro, i tutori dei ragazzi si ritrovano ad inseguirli per mezza Inghilterra e in questo modo Benedict scopre di nuovo che cosa significa divertirsi senza badare alla convenienza.

Il problema è rappresentato da Betsabea che tutto vuole tranne essere la rovina di un altro uomo.

In questo romanzo la Chase affronta l’infanzia e l’adolescenza, i problemi di un genitore che non riesce a farsi rispettare dal figlio. Affronta anche l’impreparazione di una scuola dottrinale nei confronti di una mente mente arguta pronta a mettere in discussione tutto.

Non proprio una lady

phpThumb_generated_thumbnailjpg

Darius Carsington, quarto figlio del potente e ricco conte di Hargate, deve affrontare una sfida lanciata nientemeno che da suo padre. Entro un anno dovrà far risorgere la tenuta di Beechwood, da troppo tempo abbandonata: se riesce potrà continuare con le sue dispendiose seduzioni, se fallisce dovrà sposare un’ereditiera. Una sfida che Darius accetta con temerarietà… solo per ritrovarsi a confronto con la sua nuova e bellissima vicina di casa, lady Charlotte Hayward, depositaria di un sorprendente segreto.

Commento

L’incipit delle storie dei Carsington ormai lo conosciamo; i poveretti o si danno da fare o devono sposare ereditiere. In questa quarta puntata il protagonista è Darius, il cucciolo dei Carsington.

Viene descritto dall’autrice come uno studioso di comportamento animale, interessato allo studio del corteggiamento e dell’accoppiamento , attività che pratica con grande fervore anche tra i suoi simili.

L’impresa che si trova ad affrontare è quasi impossibile. La tenuta è abbandonata da dieci anni e lui ignora le semplici regole di economia.

Fortuna vuole che ha per vicino di casa un visconte, anche lui studioso e fan di Darius e la di lui figliola che ha una qualità particolare: sa tenere alla larga i pretendenti.

images

La bella Charlotte fin da subito diventa oggetto di studio di Darius, che cerca di capire perché una giovane donna, bella e ricca, oltre che intelligente non ha alcun interesse al matrimonio.

La storia è un puntino più lenta rispetto alle altre e le battute sagaci e frizzanti della Chase non sempre riescono a dare il ritmo giusto. La vicenda di Charlotte commuove perché ieri come oggi rinunciare a essere madre per l’occhio sociale sfugge a qualsiasi logica naturale.

Un particolare che ho trovato inutile è stato il cattivo di turno, un affascinante militare che vuole sposare Charlotte e sembra complottare contro di lei. Alla fine non fa nulla di nulla e non se ne capisce il senso.

In Scozia con te

phpThumb_generated_thumbnailjpg (1)

Dopo anni di emozionanti avventure in Egitto alla ricerca di preziosi tesori, Peregrine Dalmay, conte di Lisle, torna a Londra per affrontare un cimento ancora più arduo: la sua balzana famiglia. Infatti, pur intenzionato a ripartire al più presto, Lisle viene spedito dai genitori in Scozia, a sovrintendere i lavori in un castello fatiscente che dicono infestato da fantasmi… Lisle si sente spaesato, ma a una festa incontra Olivia Wingate-Carsington, sua amica di un tempo, ora una donna bellissima sempre circondata da pretendenti. E sarà lei a costringerlo a una nuova avventura, in cui il pericolo maggiore verrà proprio dai loro cuori.

Commento

images (1)

Ultimo appuntamento con i Carsington attraverso due personaggi che avevamo conosciuto in Lord Perfect.

Peregrine Lisle, dopo aver trascorso diversi anni in Egitto con Rupert e Daphne, ritorna in Inghilterra e subisce le pressioni dei familiari affinché si occupi di una vecchia proprietà in Scozia. Lui non vuole saperne, la Olivia in qualche modo lo costringe a partire.

Questo ultimo romanzo non mi ha convinto molto e forse sarebbe stato meglio finire la saga con Darius. Il tema centrale è la differenza di carattere tra i due, una sorta di fotocopia di Lord Perfect. Peregrine alla lunga risulta più che precisino nevrastenico e lei appare molto superficiale e contraddittoria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...