D’amore e di ventura

 D’amore e di ventura è più che un romance se vogliamo classificare così un romanzo sentimentale di ambientazione storica. E’ la storia del nostro Rinascimento all’insegna di guerre civili e di una politica autodistruttiva che aprì le porte all’invasione straniera in Italia. Elisabetta Bricca, l’autrice, attraverso il personaggio di Cesare Mocenigo, affascinante capitano di ventura descrive la ferocia e l’avidità di personaggi politici come i Montefeltro, i Della Rovere, gli Sforza o i Dogi di Venezia, nelle cui corti da una parte si dava spazio a quella fioritura artistica e culturale che rese magnifica l’Italia, dall’altra si tessevano le trame di intrighi politici.
Cesare Mocenigo, privato con la violenza dell’affetto della famiglia e del suo titolo, diventa un uomo duro e vendicativo e non esita a rinunciare all’unico amore della sua vita, Viola, nipote del nemico, in nome dell’onore e della vendetta.
Avrà la possibilità di riscattarsi e di essere felice grazie alla sua abilità di combattente, il coraggio e l’onestà.
Cesare Mocenigo affascina senza simpatia, a tratti sembra una macchina da guerra senza cuore, diversamente da Viola Ripamonti Sforza, il personaggio femminile, indomita e coraggiosa, molto lontana da quei personaggi femminili degli storici d’altri tempi, che avevano bisogno dell’eroe di turno per essere salvate.
Lo stile dell’autrice è accattivante e riesce a tenere il filo della narrazione anche quando le vicende crude della battaglia prevalgono sui sentimenti e sul romanticismo.

D’amore e di ventura
Elisabetta Bricca
I grandi romanzi storici Harlequin Mondadori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...